John Peter Sloan

Stagione in corso

I am not a penguin

I am not a penguin è un tipico ‘stand-up comedy’ all’inglese: un palco con pochi elementi scenografici, un solo comico, un microfono.
Mentre i precedenti spettacoli (Culture Shock, Full Moon, Instant English) prendevano di mira le differenze culturali tra Inghilterra e Italia, disegnando situazioni comiche partendo ad esempio dall’osservazione dei luoghi comuni, I am not a penguin sviluppa una visione più ampia e più complessa, in cui il racconto di un percorso biografico apre continuamente a digressioni, paradossi, esempi e dimostrazioni che divertono attraverso lo spiazzamento, l’ironia e l’adattamento di alcuni grandi canoni della comicità anglosassone al gusto di un pubblico italiano.
Si può ridere di tutto, anzi, si può ridere ancor di più di un’infanzia povera e con una famiglia dimezzata, in cui il cassetto dei calzini sostituisce la culla e gli ansimi del nonno scandiscono il tempo, della rissa al pub come inevitabile istituzione sociale, della pesante crisi del periodo Tatcheriano, come potrebbe raccontarla un Ken Loach prestato al cabaret. E poi la scoperta dell’Italia e la revisione, sempre all’insegna dell’ironia, di tutte le proprie convenzioni: le donne, il linguaggio, i pregiudizi e l’energia di un popolo adottivo, evidenziando pregi e difetti che a volte sfuggono persino a chi vi è nato.
I am not a penguin è un viaggio lungo una vita, disseminato di riflessioni, battute, aneddoti e domande, per scoprire la Birmingham che è dentro di noi e quel pezzo d’Italia che avevamo forse dimenticato.

* Lo spettacolo è in buona parte in italiano e non crea alcun problema di comprensione a chi non conosca bene l’inglese.

Profilo

Nato a Birmingham nel 1969, John Peter Sloan prima di diventare autore e attore comico è stato per più di 15 anni il cantante e frontman del gruppo rock Inglese The Max con cui ha viaggiato in tutta Europa.
Dopo lo scioglimento del gruppo, si è dedicato all'insegnamento della lingua inglese in Italia, paese che ama profondamente, creando un nuovo "metodo" d'insegnamento improntato sul divertimento, che approfondisce in particolar modo le difficoltà specifiche degli italiani nell'imparare l'inglese. Le sue lezioni erano veri e propri mini-spettacoli tanto da far diventare John l'insegnante inglese più richiesto in Italia dalle multinazionali.
Dall'esperienza dell'insegnamento
è nato lo spettacolo Culture Shock!, che è infine approdato sul palcoscenico di ZELIG.
Dopo ZELIG, John ha partecipato a diverse trasmissioni televisive sulle reti RAI in Andata e ritorno e Glob - L'osceno del villaggio; sulle reti Mediaset, Zelig Off e Sputnik; su La7 è stato ospite alle Invasioni barbariche, nel 2007 ha partecipato a Geppi Hour, ed è stato ospite su Radio Capital di Betty e Silvia e su Deejay TV ad Almost true.
È stato il protagonista degli spettacoli in inglese: Culture Shock!, Full moon, Caveman e Instant English (the show).
Nel 2007 è stato il protagonista del musical Christmas Show con cui ha girato tutta Italia.
Il 2008 lo vede impegnato con il film Garden of God al fianco di Christopher Lambert.
Nell'aprile del 2011 è stato un inviato a Londra per la trasmissione Verissimo su Canale 5 in occasione del matrimonio reale di William e Kate, nel ruolo di intervistatore ed opinionista.
Sempre nel 2011 partecipa alla trasmissione Report su Rai Tre dove in ogni finale di puntata John ha intervistato gli italiani sugli errori comuni della lingua inglese.
Nel 2011 è nel cast fisso del programma comico "Zelig Off" su Italia 1 mentre da gennaio 2012 entra a far parte del cast di ZELIG su Canale 5.
Nel 2012 è opinionista fisso nel cast del programma "Cristina Parodi Live" su La7

Editoria

Ogni mese scrive anche articoli nella rubrica Culture Shock! della rivista Speak up.
Nel 2010 con il libro Instant English, un corso di inglese basato sul suo "metodo" e edito da Gribaudo (gruppo Feltrinelli) raggiunge la notorietà e un vastissimo pubblico, il libro infatti vende oltre 150.000 copie in meno di un anno, attestandosi al primo posto nel suo genere.
Nel 2011 sono usciti i venti DVD della fortunatissima serie Speak now e Speak now evolution - imparare l'inglese divertendosi - allegati al quotidiano La repubblica e alla rivista L'espresso, dei quali John è stato autore, attore e cantante.
Ancora nel 2011 ha pubblicato il suo secondo best-seller English
in viaggio, un manuale pratico e veloce per cavarsela in vacanza all'estero che è già diventato best-seller.
Attualmente è impegnato nella scrittura di numerosi suoi progetti futuri.
A settembre vedremo in libreria il secondo volume di Instant English 2 (edito sempre da Gribaudo), seguito del fortunatissimo Instant English, in cui troveremo tutto ciò che non abbiamo trovato nel primo volume per arricchire ulteriormente la conoscenza dell'inglese.
A gennaio 2012 esce la serie di 24 video per la casa editrice inglese Longman Pearson. È un progetto per le scuole italiane dedicato ai bambini.
Sempre a gennaio 2012 escono nuovi 16 divertenti DVD di Speak now allegati a La repubblica e L'espresso dedicati all'inglese sul lavoro il cui titolo provvisorio è Speak now - business.
Infine, nel 2012 è uscito il libro "I am not a penguin" che è diventerà uno spettacolo teatrale con John Peter Sloan che ha toccato le più importanti piazze italiane (Bologna, Milano, Roma, ecc.).

Media

Marangoni Spettacolo - John Peter Sloan
Marangoni Spettacolo - John Peter Sloan
Marangoni Spettacolo - John Peter Sloan

Video

" frameborder="0" allowfullscreen>